la storia di

san martino di castrozza

(TreNTino-dolomiti)


come era  - wie es war - how it was

 
 

Questo sito nasce da alcuni desideri che ho maturato nel tempo, raccogliendo le antiche cartoline che raccontano la storia del mio paese, San Martino di Castrozza, e realizzando alcune serate di presentazione al pubblico delle stesse. Il primo è quello di condividere una collezione nata per caso ed ingranditasi con il tempo, perchè ritengo inutile, riduttivo e un pò stupido rinchiudere dei documenti così significativi in un cassetto per ammirarli in solitudine o nel chiuso di una stanza. Eppure molti collezionisti, naturalmente non solo di cartoline, ragionano così. Poi vorrei dare a tutti coloro che conoscono il paese, magari da anni, ma non la  sua storia, la possibilità di capire come la località è divenuta quella che è oggi ed il perchè di certe trasformazioni succedutesi negli anni. Il terzo desiderio è quello di rendere omaggio ai miei avi, ai membri della casata dei Toffol, che per primi hanno creduto nelle potenzialità di questo posto meraviglioso, per primi vi si sono stabiliti e ne hanno decretato la fama internazionale con il loro lavoro ed i loro sacrifici, prima che molti li seguissero negli anni successivi; questo sito è perciò un modo per ricordare soprattutto mio bisnonno Vittore senza il quale noi probabilmente non saremmo qui ed al quale coloro che lo hanno seguito, trovando già la strada spianata dalle sue fatiche, non sono stati in grado di dedicare nemmeno una via, una piazza, una lapide, nel paese che lui principalmente ha contribuito a fondare. Infine il più importante desiderio che ha contribuito a far nascere queste pagine è quello di onorare proprio lui, il mio paese, San Martino di Castrozza che è senza dubbio una delle località più belle di tutta la zona dolomitica. Difficilmente le parole possono descrivere l’emozione di un tramonto sulle Pale di San Martino, poche immagini possono trasmettere una sensazione di pace e di benessere come quella del Sass Maor e la Madonna illuminati la sera, prima che il sole scenda dietro le pendici della Tognola, pochi attimi sanno essere così indescrivibili come la vista del Cimon della Pala dal Passo Rolle. Guardando il paese dall’alto, magari salendo sui Piani della Cavallazza, ed ammirando i meravigliosi dintorni e la catena di montagne che lo incorona, non si può non sottoscrivere quanto affermava Günther Langes in una pubblicazione degli anni ’30: “Chi non conosce San Martino di Castrozza non conosce le Dolomiti!”.


P.S.: Ho inserito nelle pagine del sito tutte le cartoline della mia collezione, ed altre conto di inserirne in futuro; ho suddiviso la raccolta in vari temi che possano aiutare e rendere la visita più comprensibile. Alcune cartoline sembrano uguali, ma guardando bene ci si accorge che non lo sono: un piccolo particolare o una minima differenza possono aiutare a capire o datare un edificio, una strada, un percorso. Non ho alcuna pretesa di obiettività nel mio giudizio su San Martino, e di ciò chiedo venia a tutti i visitatori del sito. Ma sono comunque a disposizione per eventuali commenti, giudizi e critiche: se lo volete, lasciate un messaggio inviandomi una mail nel link a fondo pagina. Un’ulteriore cortesia: le cartoline sono a disposizione di tutti e chiunque può scaricarle ed utilizzarle. Abbiate solo la gentilezza di citare questo sito come fonte in caso di downloads. Un grazie particolare lo devo all’amica Paola Simoni, che mi ha aiutato a datare alcuni edifici e al carissimo ed “antico” amico, il “conte Eszterhàzy”, che per primo mi ha “linkato” sul suo sito! Una fonte particolarmente preziosa per la datazione o la descrizione di singoli edifici o episodi è stata la pubblicazione “Ci scrivono da Primiero”, curata e pubblicata dall’amico Erwin Filippi Gilli, che riporta tutte le corrispondenze su Primiero della stampa locale dai primi anni del 1800 fino al 1918. Ne consiglio vivamente a tutti la lettura.

Grazie.                                                   


                                                               Marco Toffol



Per visitare questo sito non vi consiglio Microsoft Explorer; è preferibile visitarlo con Mozilla Firefox oppure con Apple Safari. Se poi volete ottenere un ulteriore miglioramento........fate il grande salto e passate a Macintosh: non ve ne pentirete!


Traduzione in tedesco del sito: dr. Jessica Longo

benvenuti nel mio paese e nella sua storia vista attraverso le cartoline d’epoca.

La cartolina illustrata nasce nel 1870; prima di essa, per le piccole comunicazioni, si utilizzavano le cosiddette “cartoline postali”, cartoncini in molti casi preaffrancati, con lo spazio per l’indirizzo sul verso e lo spazio per la scrittura sul recto. Nel 1872 compaiono i cosiddetti “Grüß aus...” (saluti da...), di cui vedremo alcuni esemplari nel sito.

Inviami un e-mail

La storia di San Martino di Castrozza - Dolomiti - Trentino

La storia di San Martino

sul sito di Girovagando in Trentino! Cercate nell’archivio la puntata del 23 gennaio 2010

HAI PENSATO AD UNA VACANZA A SAN MARTINO?
Romantik Hotel Reginahttp://www.hregina.it
SEGUICI SU FACEBOOKhttp://www.facebook.com/groups/168458123187445/